Calcio. Il Foggia perde immeritatamente a Venezia

sabato 5 maggio 2018

di Mario Schena

Zambelli grande prova a Venezia (foto web) ndr
Foggia 05 mag - Play-off ultima chiamata. A Venezia i rossoneri si giocavano l’ultima fisches per accedere agli spareggi per la serie A. Di fronte il Venezia di Pippo Inzaghi a quota sessantasei punti a due sole lunghezze dal Frosinone secondo in classifica e quindi sceso in campo con tutta la determinazione possibile per vincere e puntare alla promozione diretta. Ha vinto il Venezia, ma con tanta fortuna. Foggia padrone della gara per tutto il secondo tempo, punito su due calci piazzati e con il rimpianto di tre pali colpiti. Stroppa ha lasciato a casa cinque giocatori Leandro Greco, infortunatosi nella gara con lo Spezia, si è sottoposto ad esami diagnostico-strumentali che hanno evidenziato una lesione di primo grado all’adduttore lungo. Niente Venezia anche per Figliomeni, trauma al ginocchio sinistro su pregressa tendinite rotulea, Francesco Fedato, algia caviglia destra, Mathieu Duhamel, infiammazione tendine d’Achille, e Stefano Tarolli, infiammazione ginocchio destro. Il Foggia si è schierato con l’olandese Noppert tra i pali, difesa a tre composta da Tonucci, Camporese e Calabrersi a centrocampo Agnelli, Deli, Agazzi, Zambelli a destra e Kragl a sinistra, punte Mazzeo e Nicastro. Ha diretto Francesco Guccini della sezione di Albano Laziale, Guccini, al suo primo anno in CAN B, alla nona direzione con il Foggia Calcio. L’ultima risale a poco più di un mese fa in Foggia-Pro Vercelli, finita 2-1 per i rossoneri. Guccini è stato coadiuvato dal signor Damiano Margani di Latina e dal signor Mattia Scarpa di Reggio Emilia. Quarto assistente Riccardo Ros di Pordenone. Il Venezia parte subito testa bassa, ma dopo la sfuriata iniziale lascia il campo al Foggia che al dodicesimo se ne va in contropiede con Agnelli che si fa tutto il campo palla al piede prima di Zambelli sulla destra che opera un cross che non viene bloccato da Audero e la palla che rimbalza pericolosamente sulla linea davanti alla porta viene allontanata da Bruscagin che anticipa Mazzeo. Al diciottesimo c’è il tiro di Agnelli da fuori area che Audero respinge con qualche difficoltà. Foggia ancora pericoloso al venticinquesimo con una punizione dalla trequarti destra di Kragl e anticipo su Mazzeo di testa di un difensore arancioneroverde con la  palla che esce di un nulla finendo in calcio d´angolo. Due minuti dopo la mezzora Nicastro non riesce a mettere in rete di testa su Cross di Zambelli da destra. Al trentasettesimo Noppert esce a vuoto e favorisce la conclusione di Marsura a porta vuota, Camporese ci mette una pezza e salva respingendo di coscia la conclusione. Si pensa già all’intervallo quando un maldestro Tonucci si trascina giù Domizzi e per Guccini è calcio di rigore che Litteri trasforma egregiamente spiazzando l’estremo difensore rossonero. La ripresa è praticamente tutta ad appannaggio del Foggia che già al quinto si rende pericoloso mettendo in crisi la difesa del Venezia con un lancio lungo rimesso in mezzo da Camporese e spazzato affannosamente in angolo. Al settimo Deli si incunea centralmente e tira, ma Audero è attento e blocca in tuffo. Al nono il palo dice no ad Agazzi che colpisce al volo di tacco su un cross di Mazzeo. Un minuto dopo ancora una parata di Audero su una conclusione ravvicinata di Mazzeo. Al quarto d’ora il Foggia permette al Venezia di battere rapidamente un calcio di punizione e far pervenire con un cross dalla sinistra la palla a Geijo che da due passi dalla linea di porta si divora il gol mandando incredibilmente la sfera sulla traversa. Il Foggia ci crede, cerca il pari, ma innegabilmente si espone alle ripartenze dei lagunari permettendo a Geijo di servire Zigoni, che controlla e conclude spalle alla porta con un diagonale che Noppert allungandosi blocca in tuffo. Al trentatreesimo Tonucci prende palla e fa partire un bolide che si stampa sulla traversa della porta di Audero. A due minuti dal novantatreesimo è ancora pravo il portiere del Venezia che in tuffo anticipa Floriano sul perfetto traversone di Zambelli. Quattro i minuti di recupero al secondo dei quali il Foggia trova il meritato pareggio, grazie ad una azione insistita del Foggia, Agazzi crossa da destra, Camporese dalla linea di fondo rimette in mezzo per Tonucci che in girata al volo colpisce ancora una volta il palo, la palla finisce a Mazzeo che in rovesciata la mette in porta. Ormai la partita è finita e il pari anche se eccessivo per il Venezia poteva accontentare il Foggia, invece la beffa per i rossoneri arriva al novantaquattresimo quando il gioiellino Stulac, direttamente su calcio di punizione, piazza la palla all’incrocio dei pali alla sinistra di Noppert. Arriva il fischio finale che sancisce una sconfitta immeritata per il Foggia che al “Penzo” ha disputato una delle migliori partite della stagione.


ilcalcionline.com © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online.
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing.
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online contattare la GM SPOT inviando una E-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com o telefonando al 334/9835377.
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Calcio Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.