Calcio. Il Foggia batte l'Ascoli e vede i play-off

venerdì 13 aprile 2018

Fabio Mazzeo quindicesimo gol realizzato (foto web) ndr
di Mario Schena


Foggia 13 apr. – Tre punti per la salvezza o per sognare? Poco importava, era fondamentale vincere. L’Ascoli da parte sua è sceso allo Zaccheria con la chiara intenzione di allungare la sua striscia positiva che nelle ultime quattro giornate l’ha visto vincere tre volte e pareggiare una gara. Cosmi sta plasmando il carattere della squadra anche se molti problemi non sono ancora risolti, numerose le assenze per infortunio tra i marchigiani. Stroppa ha confermato l’undici che ha “maramaldeggiato” a Cremona tranne capitan Agnelli che doveva scontare un turno di squalifica, al suo posto Deli. Tenuto ancora precauzionalmente in panchina Tonucci al suo posto riconfermato Calabresi, fuori anche Gerbo ancora convalescente dall’intervento per appendicite. Agazzi e Gigliotti gli ex rossoneri, Guarna l’ex dell’Ascoli in campo. Nutrita la rappresentanza dei tifosi bianconeri. Ha diretto Francesco Forneau della sezione di Roma 1, assistenti Dario Cecconi della sezione di Empoli e Luigi Lanotte della sesione di Barletta, quarto uomo Daniele De Santis della sezione di Lecce. Si è giocato alle diciannove e l’incasso ne ha risentito. Ha vinto e meritatamente il Foggia con un perentorio tre a zero concedendosi anche il lusso di sbagliare un calcio di rigore. Foggia padrone del campo sin dal primo minuto e al sesto si fa insidioso con una bella combinazione Mazzeo-Nicastro con conclusione di quest’ultimo sul fondo. Al decimo Kragl difende bene palla e dal linite dell’area fa partire un tiro a girio che, senza la deviazione di un difensore ascolano, si sarebbe spenta all’incrocio dei pali della porta di Agazzi. Due minuti Dopo prova il gol in prodezza con una mezza rovesciata Nicastro, ma non dà forza alla sfera. Martella il Foggia e al ventiquattresimo passa in vantaggio. Deli se ne va in dribbling verso l’area dell’Ascoli, opera un cross che serve Mazzeo in area, la punta rossonera mette la palla davanti alla porta dove si fionda Deli che mette in rete. Il Foggia giochicchia e l’Ascoli non ha né la forza né la qualità per rendersi pericoloso. A cinque minuti dalla fine del primo tempo ci prova Agazzi, quello rossonero, che conclude centrale consentendo la facile parata all’Agazzi bianconero. Dopo un minuto Buzzeccoli tira dal limite dell’area e manda di poco sulla traversa. Al quarantaquattresimo il Foggia raddoppia mettendo una serissima ipoteca sulla vittoria finale. L’azione la inizia Nicastro che serve Kragl, il tedesco fa partire uno dei suoi bolidi che l’estremo difensore bianconero non trattiene, ne nasce un batti e ribatti concluso in rete da Mazzeo. Il tempo di riprendere il gioco e tutti negli spogliatoi per l’intervallo. Ripresa con l’Ascoli che effettua un doppio cambio e sembra più votato alla manovra offensiva. Sfiora il gol al quinto, la squadra di Cosmi, con un colpo di testa di Monachello che Guarna mette in angolo con un colpo di reni. L’Ascoli protesta per la mancata concessione di un penalty per una trattenuta in area su Monachello e concede, al decimo minuto la ripartenza al Foggia che porta Kragl lanciato da Agazzi sul filo del fuorigioco a tu per tu con Agazzi che vistosi saltato stende la punta rossonera. Calcio di rigore e rosso per il portiere bianconero. Suo dischetto va Mazzeo che tira angolato, ma debole e consente a Lanni la deviazione in angolo, ma l’Ascoli non ha il tempo di esultare per il pericolo scampato che proprio sugli sviluppi del tiro dalla bandierina kragl serve Loiano sotto porta che mette in rete. Il gol taglia le gambe agli ospiti ed il Foggia cala il ritmo e gestisce il vantaggio. Duhamel e Beretta al posto di Nicastro e Mazzeo e poco dopo Scaglia per Greco. Proprio Duhamel serve una palla d’oro al minuto trentaquattro, al centro dell’area sulla quale Beretta non ci arriva per pochissimo. Nessun minuto di recupero e tutti a fare la doccia. Vince, ribadiamo, meritatamente il Foggia, ora discorso salvezza archiviato, è lecito alzare lo sguardo verso la parte alta della classifica.



ilcalcionline.com © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online.
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing.
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online contattare la GM SPOT inviando una E-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com o telefonando al 334/9835377.
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Calcio Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.