Calcio. Ancora un pareggio per il Foggia

domenica 1 ottobre 2017

Francesco Fedato autore del secondo gol del Foggia (foto web) ndr
di Mario Schena

Foggia 01 ott. - Per il Foggia la gara con il Novara doveva coincidere con la prima vittoria in casa dopo i due pareggi con Entella e Palermo ottenuti finora allo Zaccheria. La doppia trasferta di Carpi e Brescia ha mostrato un Foggia decisamente in crescita tecnica e tattica portandolo ad una identità decisamente più marcata dopo i disastri di Pescara ed Avellino di inizio stagione. Stroppa, vista anche l’indisponibilità di Nicastro, schiera Chiricò dal primo minuto e manda in campo la formazione cha ha ben figurato nelle ultime gare. Corini non recupera Casarini e porta Dickmann in panchina. Ha diretto e male Serra di Torino in una splendida giornata di sole. E’ finita due a due con il Foggia che non riesce proprio a sfatare il tabù Zaccheria. Il primo tempo vede inizialmente il Novara ben chiuso nella sua metà campo ed il Foggia piuttosto lento nel cercare di aggirare la barriera dei piemontesi. Al primo minuto si scontrano maniero e Camporese che cadendo cade quasi in verticale battendo la testa sul terreno di gioco. Il difensore del Foggia accuserà il colpo che lo costringerà ad uscire dal campo al diciassettesimo minuto lasciando il posto a Coletti. Il Novara cerca di alleggerire la pressione dei padroni di casa con qualche ripartenza in una delle quali Maniero ha una buona palla al limite dell’area, ma conclude debolmente. Al decimo Chiricò manda alto un pallone d’oro servitogli da Floriano a due passi dalla porta. Il Foggia preme ed al ventitreesimo Agnelli ben servito in area fa partire da posizione decentrata un tiro che Montipò mette in angolo deviando con il piede. Al ventiseiesimo fuori anche Floriano per guai muscolari e dentro Fedato. Quando meno te lo aspetti il Novara va in vantaggio. Moscati si impossessa del pallone commettendo forse fallo e se ne va a rete, si porta al limite e fa partire un tiro a giro che si spegne all’incrocio dei pali alla sinistra di Guarna. Il primo tempo di Foggia-Novara passerà alla storia per gli infortuni tra i rossoneri. Nella sola prima parte della gara fuori Camporese, Floriano e Agnelli. Il Foggia cerca di reagire per raddrizzare la gara, ma è lento e sbaglia anche le cose più semplici. Va sottolineato anche l’arbitraggio del signor Serra decisamente insufficiente e reo di non adottare su falli analoghi lo stesso metro di valutazione. Il tempo passa e il Foggia continua ad urtare contro il muro degli azzurri. Al quarantatreesimo Agnelli ritarda il tiro da ottima posizione in area facendosi chiudere. Il Foggia attacca e ilo Novara per poco non lo beffa con una conclusione i Sciaudone deviata da Guarna che batte sulla faccia superiore della traversa e termina in calcio d’angolo. Al quarantacinquesimo Agnelli siu fa male ed entra Deli. Un minuto dopo Martinelli è pronto a schiacciare di testa sotto porta, ma Montipò è bravo nella parata. Quattro i minuti di recupero concessi per i numerosi infortuni e proprio allo scadere Golubovic frana in area su Rubin mettendolo giù. Per Serra è calcio di rigore che Mazzeo trasforma chiudendo di fatto ol primo tempo. Le ostilità del secondo tempo le apre all’ottavo una puniziomìne di Mazzeo quasi dal limite dell’area. Il tiro a giro supera la barriera, ma non è forte e viene bloccato dall’estremo difensore del Novara. Al quarto d’ora il Foggia passa con Fedato che lanciato da Deli resiste all’attacco del suo marcatore evita l’uscita del portiere e mette in rete. La partita si vivacizza il Novara si apre e si allunga prestando il fianco alle ripartenze del Foggia, va al tiro con Sciaudone, ma è bravo Guarna metter in tuffo in angolo. Il Foggia affonda in spazi aperti e va vicino al gol due volte con Chiricò che prima sfiora la traversa e poi si fa parare con i piedi una conclusione rasoterra. Il tempo scorre ed affiora anche una certa stanchezza madre di scarsa lucidità nei passaggi e nelle conclusioni. al trentottesimo un gran tiro dalla distanza di Golubovic viene messo in angolo da Gurana con una gran parata, ma sugli sviluppi del tiro dalla bandierina il colpo di testa di Troest batte sotto la traversa e rimbalza oltre la linea di porta per il pari del Novara. Tre i minuti di recupero concessi. In chiusura Chiricò invece di tirare si getta in area e si becca il cartellino giallo.

Foggia incapace di vincere in casa e di gestire il vantaggio. Per Stroppa c’è ancora da lavorare.


0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.