Bari: un pari che muove la classifica

domenica 3 febbraio 2013

Lamanna, portiere del Bari

di Rino Lorusso

TERNI, 3 Feb. - Avaro di soddisfazioni, il 2013 non è cominciato sotto i migliori auspici. Una sconfitta e un pareggio che trascinano il Bari verso la zona bassa della classifica. E non è tutto. Dietro l’angolo, un’ altra possibile penalizzazione se il Bari non dovesse onorare, entro due settimane, un nuovo impegno finanziario ( pagamento stipendi e tasse) per un valore pari ad 1,8 milioni di euro. A tal proposito, il dg. Claudio Garzelli ha smorzato i toni e, intervistato, ha rassicurato tutti dicendo: “Qualcosa si farà, magari limitando i danni. Io non mi perdo mai d’animo.” Intanto, a Terni, nella terza giornata di ritorno del campionato cadetto, il Bari ha ottenuto un importante pareggio che ha fatto fare un piccolo passo in avanti in classifica. In attesa di ritrovare il Bari sbarazzino del girone di andata, capace di creare numerose occasioni da gol ( e di concretizzarne pochi), oggi, ci dobbiamo accontentare di quello che il Bari può offrire. Il Bari, oggi, al “Liberati” di Terni, non ha convinto e ha tirato solo due volte nella porta avversaria. Troppo poco per poter sperare in una vittoria. Eppure il tecnico biancorosso aveva preparato la gara cercando la vittoria e schierando quattro attaccanti (Bellomo più il tridente), ma qualcosa non è andato per il verso giusto. Dello stesso avviso l’allenatore biancorosso che, intervistato da Radio Puglia a termine gara, ha così commentato la sua scelta:” Nel calcio anche se schieri quattro attaccanti non è detto che riesci a vincere le partite. Oggi ne abbiamo avuto una dimostrazione”. Il Bari è sembrato timoroso e più preoccupato a distruggere il gioco avversario che a creare. Al contrario, il Bari, è una squadra costruita per fare calcio e, quando rallenta il ritmo, (anche per rifiatare) subisce in maniera pressante l’iniziativa avversaria. Oggi, in particolare ci è sembrata una squadra preoccupata. Probabilmente la posizione in classifica sta turbando i ragazzi che non riescono più ad esprimersi come nel girone di andata. Manca la tranquillità e non è facile gestire momenti come questi soprattutto per una squadra giovane . La batosta con l’Ascoli (dove si era visto un Bari reattivo) deve aver fatto il resto. Questo è anche il pensiero di mister Torrente che ha così commentato: “Credo che ci sia bisogno di sbloccarci, più che altro, dal punto di vista mentale. I ragazzi hanno accusato la sconfitta casalinga contro l’Ascoli partita in cui abbiamo prodotto tantissimo senza riuscire a concretizzare nessuna occasione da gol. Sono però fiducioso e con il gioco torneremo a fare risultati”. Quindi, anche se con difficoltà, ben venga un punto come questo. La Ternana dal canto suo, ha fatto la partita creato alcune situazioni pericolose sventate dal bravo Lamanna e colpito due pali. Ora bisogna fare punti e non importa se ciò avviene con il bel gioco o in maniera fortunosa, in attesa che si risvegli il Bari … il nostro Bari.





Se questo articolo ti è piaciuto seguici su Facebook!









0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.