Nuovo passo falso del Bari e terza sconfitta stagionale al San Nicola

domenica 16 dicembre 2012

Fedato, autore del gol del Bari
di Rino Lorusso

BARI - Altro passo falso del Bari che perde in casa per 3-1 dopo una prestazione scialba ed un primo tempo deludente. Seconda sconfitta consecutiva dei galletti e solo un punto nelle ultime tre partite. Classifica che, tuttavia, rimane invariata anche se ha perso con una diretta concorrente nella lotta per non retrocedere. Ciò che più preoccupa non è solo la sconfitta, ma come è maturata la stessa. Infatti ci è sembrato vedere una involuzione nel gioco. Non è stata la solita squadra a cui siamo stati abituati fino ad ora, ossia una squadra che crea azioni a ripetizione, piuttosto la squadra rinunciataria che abbiamo visto nel primo tempo contro lo Spezia. Tra l’altro, dobbiamo registrare nove gol nelle ultime tre gare (e qualcosa vorranno pur dire ). Questi numeri ci fanno capire che non bisogna sottovalutare questo momento. E’ un momento no; bisogna prendere atto e ripartire. Un calo fisico e mentale ci può stare. Nella ripresa i biancorossi hanno fatto qualcosa in più e hanno provato a rimontare i due gol di svantaggio, ma poi un rigore, ingenuo, del solito Borghese, ha di fatto chiuso la partita. Però, non è il caso di drammatizzare così come non sembra il momento di gettare la croce (invocato a furor di popolo durante la settimana) su Borghese in quanto il Bari ha incassato i tre gol anche senza di lui. A questo proposito ha così commentato l’allenatore del Bari, Vincenzo Torrente:” Dos Santos ha avuto male alla schiena e abbiamo dovuto rinunciare alla sua esperienza. Quindi ho optato per Borghese che, tra l’altro, ha disputato un buon primo tempo. Abbiamo preso nove gol in tre partite. Questo vuol dire che non è un problema dei singoli ma della difesa intera. Devo rivedere qualcosa”
Gol da cineteca per Fedato che, però, non è bastato a dare punti alla squadra biancorossa, come ha ammesso lo stesso calciatore ai microfoni di radio puglia:” Purtroppo il mio gol non è servito a nulla e abbiamo perso lo stesso. Il rigore, poi, ci ha ammazzato psicologicamente”. Dello stesso avviso è stato Torrente che a fine gara ha dichiarato:” Poi, dopo il terzo gol, non c’è stata più partita”. Altro aspetto da sottolineare è l’approccio mentale alla partita. Anche oggi, infatti, il Bari è sembrato, almeno nel primo tempo, rinunciatario. Non è dello stesso avviso l’allenatore Torrente che, a tal proposito, ha così commentato: “L’approccio alla partita non è stato male. La punizione ha cambiato la gara. Poi sul due a zero abbiamo avuto una buona reazione e potevamo recuperarla”. Indubbiamente il Bari in queste due gare non ha raccolto punti e non può essere un caso, così come i sei gol subiti. Torrente dovrà lavorare parecchio con i ragazzi, non solo da un punto di vista tattico, quanto anche psicologico. Un lavoro, come ha dichiarato Fedato, che il mister ha già cominciato a fare negli spogliatoi dopo la partita con il Novara: “Il mister ci ha incoraggiato e ci detto che ci rialzeremo ancora. Non bisogna drammatizzare e oggi non abbiamo fatto così male. Penso che se avessimo pareggiato all’ultimo avremmo commentato un’altra partita”.





Se questo articolo ti è piaciuto seguici su Facebook!









0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.