Europa League: ecco le squadre ammesse ai sedicesimi

venerdì 7 dicembre 2012

di Redazione
NYON (FRANCIA) - Ieri si è conclusa la fase a gironi dell'edizione 2012 - 2013 dell'Europa League. L'ultimo turno della ha decretato le 26 squadre che hanno superato, come prime e come seconde i rispettivi raggruppamenti. Ma a partire dai sedicesimi di finale, scenderanno in campo anche le terze dei gironi di Champions League.

Bilancio positivo per il calcio italiano che sarà rappresentato da Lazio (prima) ed Inter e Napoli come seconde. Fuori l'Udinese, mentre meglio hanno fatto Inghilterra e Germania che si presenteranno nell'anno nuovo con quattro squadre a testa. 
Presente anche l' Atletico Madrid, vincitore in carica, mentre Cavani conduce la classifica dei cannonieri con sette reti.
Ora si attende il sorteggio a Nyon il 20 dicembre prossimo.

QUALIFICATE COME PRIME: Liverpool, Viktoria, Plzen, Fenerbahçe, Bordeaux, Steaua Bucarest, Dnipro, Genk, Rubin Kazan, Lione, LAZIO, Metalist Kharkyv e Hannover.

QUALIFICATE COME SECONDE: Anzhi, Atletico Madrid, Borussia Moenchengladbach, Newcastle, Stoccarda, NAPOLI, Basilea, INTER, Sparta Praga, Tottenham, Bayer Leverkusen e Levante.

RETROCESSE DALLA CHAMPIONS LEAGUE: Dynamo Kiev, Olympiakos, Zenit San Pietroburgo, Ajax, Chelsea, BATE Borisov, Benfica e Cluj.






Se questo articolo ti è piaciuto seguici su Facebook!









0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.