Il Capitano, con la sua doppietta, rilancia il Bari che vince facile a Lanciano

domenica 18 novembre 2012

Ciccio Caputo, autore di una doppietta

di Rino Lorusso 

BARI - Il Bari finalmente si sblocca e conquista tre preziosissimi punti in ottica salvezza. Lo fa in un momento difficile e in trasferta dopo che, nei tre turni precedenti, era rimasto al “palo” senza aver conquistato punti. E’ la seconda vittoria del Bari in trasferta in questo campionato dopo quella di Ascoli, alla seconda giornata del campionato, con il risultato di 1-3. Questa vittoria dimostra il carattere di questa squadra che, alla luce degli ultimi risultati, avrebbe potuto subire un tracollo, soprattutto da un punto di vista psicologico. Invece il Bari, guidato dal suo capitano Caputo autore di due gol, ha messo in campo cuore e organizzazione e buttato alle spalle quella crisi di risultati che stava accompagnando da oltre un mese i galletti biancorossi. La cronaca – Sotto la direzione del direttore di gara La Penna inizia la sfida tra Virtus Lanciano e Bari. Il primo pericolo della partita arriva verso la porta del Bari, al 3’, ma Lamanna è bravo ad anticipare Falcinelli in uscita. Due minuti dopo risponde il Bari con Caputo e Sciaudone, ma, in entrambi i casi, le conclusioni vengono respinte dai difensori del Lanciano. Dopo una fase di studio da parte delle due squadre, finalmente arriva la prima vera occasione della partita con il capitano Ciccio Caputo che, involatosi tutto solo sulla fascia sinistra, entra in area e incrocia verso il palo opposto, ma è attento Leali che respinge. Alla mezz’ora del primo tempo arriva il gol del Bari ad opera di Sciaudone più lesto nel riprendere la corta respinta di Leali sull’ennesimo tiro di Caputo. Al 33’, finalmente si sblocca il capitano del Bari che raddoppia per i galletti sfruttando al meglio un pallone filtrante di Bellomo e insaccando alle spalle dell’incolpevole Leali. Al 37’, ancora Bellomo che tenta dalla distanza, ma la palla sorvola di poco la traversa. Al 47, dopo due minuti di recupero accordati dall’arbitro, termina il primo tempo con il doppio vantaggio del Bari. Inizia il secondo tempo e il Bari va ancora in gol al 50’ con Caputo che trasforma un calcio di rigore procurato da Fedato. Al 58’, Fedato si rende pericoloso, con un tiro respinto da Leali. Al 62’, Lamanna su un tiro di Vastola devia in angolo. Il Bari è, in questa fase, padrone del campo e va alla conclusione più volte. Il Lanciano si affaccia nell’area barese ancora con Vastola di testa, ma la palla esce di poco al lato della porta difesa da Lamanna. All’82’, incredibile salvataggio sulla linea di Mammarella a portiere ormai battuto e gol negato all’ottimo Fedato. Nel finale, una mischia nell’area del Lanciano e il Bari sfiora ancora il quarto gol con Caputo e Filkor. Si attende il triplice fischio di La Penna che arriva, puntuale, dopo cinque minuti di recupero. Sventolio di bandiere biancorosse in curva come non si vedeva da tempo e boccata d’ossigeno per il Bari che risale in classifica a più tre dalla quart’ultima. Importante questa vittoria per come è maturata, per l’impegno e l’organizzazione di gioco (come sottolineato dall’ex di turno, l’allenatore del Lanciano Gautieri), anche se, probabilmente, il Lanciano con la sua modesta prova non rappresenta un test attendibile. Preme infine ricordare l’importante lavoro psicologico di Torrente che è stato bravo nel tenere il gruppo unito nel momento forse più difficile della stagione. Ora diventa importante dare continuità di risultati a cominciare dalla prossima partita, il posticipo domenicale che si giocherà a Bari alle 12.30 contro il Modena. Dagli spogliatoi: Torrente: “Abbiamo meritato questa vittoria. Un successo importante per la classifica e soprattutto per il morale dei ragazzi. La nostra classifica è alquanto bugiarda per ciò che stiamo producendo e ci mancano diversi punti” Caputo: “Quella frase non era assolutamente rivolta ai tifosi della curva nord che ci hanno incitati fino alla fine della partita, ma solo verso qualcuno che ha toccato la mia famiglia”. Gautieri: “Abbiamo giocato bene i primi quindici minuti. Poi è venuta fuori la qualità del Bari che ha meritato di vincere la partita”. 

FORMAZIONI

LANCIANO (4-3-3): Leali; Aquilanti, Rosania, Bacchetti, Mammarella; Vastola, Paghera, Volpe; Turchi, Testardi, Falcinelli. All. Gautieri 

BARI ( 4-3-3): Lamanna; Sabelli, Borghese, Claiton, Polenta; Bellomo, Romizi, Sciaudone; Galano, Caputo, Fedato. All. Torrente Arbitro: Federico La Penna della sezione di Roma




Se questo articolo ti è piaciuto seguici su Facebook!










0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.