Inter, il sogno è finito

giovedì 3 maggio 2012

Di Massimo Lancianese
PARMA- Ieri sera si è scritta l'ennesima pagina di un'annata deludente come poche. L'Inter era ancora attaccata ad un sogno chiamato Champion's League, ma ieri è dovuto tornare nella realtà. Il Parma ha sonoramente battuto i nerazzurri per 3 a 1 in una partita simbolo della stagione. Ad essere onesti, ieri la squadra non ha giocato malissimo, ma ha pagato cinque minuti di blackout completo. Tra il 53esimo e il 55esimo, i minuti in cui il Parma ha ribaltato il risultato, l'inter si è sciolta. Lucio ha deciso ancora una volta di uscire palla al piede combinando un disastro e fa sensazione che un giocatore come lui, dopo i tanti errori degli ultimi due anni, continui a commettere fesserie simili. Il secondo gol è un saggio sullo svarione difensivo: ognuno si muove per fatti suoi, senza curarsi di difendere in una maniera uniforme. Il terzo gol non conta poichè frutto di un contropiede ben orchestrato; non è una giustificazione, ma ci può stare quando tenti di recuperare la partita. In mezzo a tutto ciò ci sono un paio di buone occasione avute dall'inter per pareggiare, ma se non si segna non si va da nessuna parte. Alla fine ciò che resta è un'amarezza sconfinata, che aumenta guardando la povertà della lotta per il terzo posto. Pensare che l'Inter stia riuscendo a farsi estromettere dall'Europa che conta da squadre come Napoli e Udinese fa sensazione. Per carità, parliamo di due ottime squadre ma non paragonabili alla nostra. Sembra quasi che giocatori e società abbiano deciso di prendersi una lunga vacanza che dura ormai da due anni. Dico giocatori e società perchè da due anni l'Inter non ha un allenatore e tutti quelli che sono venuti, da Benitez a Stramaccioni, passando per Leonardo, altro non sono che comparse. Ora rimane un derby da giocare, forse il più amaro di sempre: se vinciamo faremo felici la Juventus, che già di per se è qualcosa di abominevole; se perdiamo assisteremo alla festa dei cugini rossoneri, e anche qui non c'è da stare "allegri". Dopo ci sarà da costruire il futuro, che spero preveda Stramaccioni ancora in panchina e qualche buon giocatore in campo. Noi, come al solito, saremo a soffrire davanti al televisore. Buon calcio a tutti!









0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.