Seria A. Il Milan si arrende: pari col Bologna e addio scudetto

lunedì 23 aprile 2012



di Domenico Palumbo
MILANO- Il Milan pareggia nei minuti di recupero col Bologna, finisce 1-1 e molto probabilmente dice addio al campionato visto che la Juventus in serata demolisce la Roma portandosi a +3 con sole cinque partite da giocare e gli scontri diretti a favore. 
Diciamola tutta, non c’è torto arbitrale o sfortuna che regga: il Milan ha voluto perdere questa partita. Svogliati, imprecisi e poco determinati. In questi casi la condizione fisica non conta, dato che se ti giochi il campionato non c’è stanchezza che tenga, ma è quella mentale che è volata via come i punti persi.
Ma andiamo con ordine partendo da Allegri (Voto: 3): lui non gioca sul campo, ma la condizione psicologica è affare suo e meriterebbe un voto basso per non avere stimolato la squadra a dovere. Si tenga pure, se si vuole, da parte questo aspetto e si analizzi un problema per certi versi più grave, ovvero quello della convinzione di scendere sempre e comunque in campo con Robinho (Voto: 3), o quella di inserire, sotto di un gol in casa, Emanuelson (Voto: 2, per l’intera stagione) e Aquilani invece degli scalpitanti Maxi Lopez ed El Sharaawy (addirittura in tribuna!). Forse Allegri non sa che per vincere le partite servono gli attaccanti, figuriamoci per recuperarle. E allora è facile notare nel tecnico toscano la mancanza di coraggio e di carattere che ci vuole per sostituire un Ibrahimovic (Voto: 4, per il gol) inguardabile e a tratti irritante. Ibra e Robinho sono stati complici in negativo. Tutti e due svogliati, quasi incapaci di far uscire la grinta, in cerca di giocate improbabili e con il primo che si arrabbia sia quando gliela passano sia quando questo non accade; mentre il secondo forse non ha mai vinto un contrasto o recuperato palla da quando gioca in Italia. Due fantasmi, e se per il brasiliano non è più una notizia ormai, per lo svedese è un chiaro segnale d’allarme: almeno con le piccole è stato quasi sempre decisivo nel corso della stagione. Il gol del pareggio è una stella troppo poco luminosa per brillare nel buio di oggi pomeriggio. Piccolo termine di paragone: Seedorf (Voto: 5) con un bel po’ di anni e di fatica in più alle spalle ha messo in campo più grinta di entrambi messi insieme, purtroppo l’età anagrafica è crudele e la classe da sola non basta.
Una disfatta in salsa emiliana che parte da un erroraccio di Van Bommel (Voto 5,5, comunque ha sbagliato pochissimo durante il resto della partita) e che arriva alla prova quasi sufficiente per impegno e determinazione di Nocerino (Voto 6 -) e Muntari (Voto: 5,5). In mezzo una difesa che accusa il colpo di quello che succede davanti: Abate (Voto 5, anche perché si è dimenticato che per fare i cross bisogna alzare la palla) e Antonini (Voto: 5,5) non sanno se osare più in avanti o coprire le sistematiche ripartenze emiliane, Bonera (Voto 5,5) si becca due gialli frutto di una partita complicata e Abbiati (Voto 6 -) che è la fotografia di tutto il Milan quando respinge insicuro con i pugni una palla che scende dolce dolce in mezzo all’area e intorno a lui il deserto. Non è un caso che l’unico a superare la sufficienza sia Nesta (6,5) che, oltre a reggere la difesa, si getta ad impostare gioco in avanti quando non ne può più di vedere il nulla dei suoi compagni.

Il Bologna merita sicuramente una lode particolare (Voto 6,5 di squadra), ma bisogna dire a chiare lettere che la squadra emiliana ha giocato una partita “normale” con un Milan in versione “scadente”. Nessuna polemica può reggere stavolta, il Milan è alle corde. Non servono Thiago Silva e Boateng per battere un Bologna che fa la sua modesta partita. Urge un intervento d’urgenza, ma forse è già troppo tardi.








0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.