La rivincita di Borriello e i mali di Conte

giovedì 26 aprile 2012

di Davide Colonna
CESENA - commento:
Il campionato sta per terminare e la stanchezza inizia a farsi sentire anche per chi si gioca la vittoria finale. La Juve di Antonio Conte, batte in trasferta anche il fanalino di coda Cesena e mantiene i tre punti di vantaggio sul Milan vittorioso a San Siro con il sempre più inguaiato Genoa, quando mancano quattro giornate alla fine del torneo. La partita di Cesena, è un assedio juventino dal primo all'ultimo minuto ma, i bianconeri, trovano il gol solo all'80', grazie a Borriello che deve attendere una sponda di Vucinic per freddare un sempre attento Antonioli. Da segnalare, il rigore al 9' assegnato erroneamente alla Juve (fallo di mano fuori area) ma non trasformato da Pirlo (secondo errore consecutivo dal dischetto). Il risultato finale di 0-1, può far pensare ad un equilibrio in campo ma, non è affatto così. Il 10-0-0 schierato da Beretta, unito al caldo ed al sintetico, aiutano non poco la sua squadra ormai retrocessa in B. Sicuramente da apprezzare il grande impegno del Cesena nel cercare di difendere il pareggio ma, se avesse tirato fuori questo orgoglio in tutto il campionato, ora non sarebbe condannato alla categoria inferiore. Un vero peccato.
La Juve, invece, gioca bene come al solito, non subisce gol oltre che tiri in porta ma, produce meno di altre volte. La palla, gira per tutto il campo ma, questa volta, un po per stanchezza e un po perchè dopo tanto tempo si torna a giocare di pomeriggio, gli undici di Conte, perdono molti palloni e tirano poco. La lucidità, almeno a centrocampo, non è stata delle migliori. Matri, è la brutta copia di quello che fino a metà stagione, la buttava dentro e Vidal, dopo la super prestazione contro la Roma, paga con parecchio sudore e una inutile ammonizione che potrebbe costargli cara nelle partite finali. Male anche Pirlo che, oltre a sbagliare il rigore, sembra spento e piegato sulle ginocchia.
Probabilmente, sono da rivedere anche le scelte dei titolari di Conte. Contro un Cesena, che si prevedeva sulla difensiva, eran necessarie le tre punte sin dall'inizio. Per fortuna sua, ha indovinato i cambi e ha portato a casa la vittoria grazie ad una giocata del suo uomo più criticato. Di sicuro, da Lippi, Conte ha preso il vizio di non effettuare cambi prima del 70'. Questo potrebbe essere considerato un difetto che poi lo stesso Lippi, col passare degli anni ha corretto. Inoltre (e non smetterò mai di ripetermi) con un attacco così poco prolifico, è un miracolo che la Juve sia in testa. Evidentemente, la "fame" di cui parla il mister, si rivela ancora più determinante dei piedi buoni.

I migliori del match:
Borriello: 7 (segna un gol pesantissimo quanto se stesso);
Del Piero e Giaccherini: 6,5 (regalano vivacità alla manovra d'attacco);
Antonioli: 7 (salva su Matri e su una punizione di Del Piero e si risparmia qualche papera delle sue).

I peggiori:
Caceres: 5 (quando farà un buon cross e capirà le sovrapposizioni si griderà al miracolo);
Djokovic: 4,5 (ha sofferto falsi crampi per tutta la sua presenza).







0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.