FA Cup: derby tra Liverpool ed Everton nella memoria delle vittime di Hillsborough

mercoledì 18 aprile 2012

di Giovanni Sgobba.
BARI- Sabato si è disputata, nel  magico scenario di Wembley, la prima semifinale di FA Cup tra due grandi rivalità storiche del calcio inglese: Liverpool ed Everton, infatti, si dividono la città nel "derby del Merseyside" (regione nel nord-ovest inglese dove sorge Liverpool), nel quale non esistono pronostici che tengano. Un match, dunque, particolarmente atteso, sentito questa volta per una coincidente e tragica ricorrenza.
Esattamente 23 anni prima, il 15 aprile del 1989, il Liverpool si apprestava a vivere un'altra tragedia, dopo la strage dell'Heysel di qualche anno prima, causata dagli hooligans e nella quale morirono 39 persone (32 italiani). Anche allora i Reds avrebbero dovuto disputare una semifinale di FA Cup, contro il Notthingham, e come vuole la consuetudine, la partita si sarebbe dovuta giocare in un campo neutro. Fu scelto lo Hillsborough Stadium, uno stadio piccolo, con appena 6 ingressi, pochi per reggere l'ondata dei tifosi. L'evento nefasto si consumò nei primi minuti, quando, per inadempienza della polizia locale, venne fatto aprire un unico grande cancello per accelerare l'ingresso agli spalti. Una scelta catastrofica: i supporter continuavano ad entrare ammassandosi su quelli che già avevano riempito gli spalti e pertanto schiacciandoli verso le inferiate laterali. In molti non si resero conto del dramma in corso e la partita iniziò regolarmente, per poi essere sospesa dopo 6 minuti (15:06 ), quando molti tifosi iniziarono ad invadere il campo per non essere schiacciati dalla ressa. Solo allora si iniziò a capire la portata della catastrofe: in mezzo alla calca ed alla confusione generale avevano perso la vita ben 96 persone, schiacciate e soffocate proprio com'era accaduto all'Heysel. La partita venne rigiocata un mese dopo e il Liverpool centrò la finale, poi vinta, proprio contro i cugini dell'Everton.
Da allora i tifosi della prestigiosa Kop, ad ogni anniversario, sono soliti bloccare le lancette dell'orologio della curva alle ore 15:06.
Sabato si è voluto ricordare l'evento con un minuto di silenzio e con delle spille con il numero 96, il numero delle vittime di quell'assurda partita. Ha giocato benissimo l'Everton, ma ha vinto il Liverpool. Un primo tempo di marca toffees che dopo aver trovato il meritato vantaggio con Jelavic, hanno più volte sfiorato il raddoppio, bloccando a lunghi tratti il fischiato Suarez e lo statico Carroll. Ma la storia della partita viene ribaltata nel secondo tempo proprio dai due attaccanti del Liverpool: prima Suarez sfrutta un passaggio errato del difensore dell'Everton Distin e proprio quando i supplementari erano ad un passo, Carroll trafigge Howard per il 2-1 finale.
Per il Liverpool, dunque, indietro in campionato (dietro ai suoi cugini di 1 punto) e fuori dalle Coppe internazionali da anni ormai, si presenta l'opportunità di alzare un prestigioso trofeo.







0 commenti:

Posta un commento

Dite la vostra!

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online inviate una e-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Sport Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.