Il Foggia Incedit sbanca ad Ordona. Tre reti al Real Foggia e vola [VIDEO]

lunedì 19 febbraio 2018 0 commenti

All'inizio della partita (foto Foggia Incedit) ndr.
di Nico Baratta

FOGGIA, 19 FEB. - Tre reti al Real Foggia e il Foggia Incedit, in trasferta sul campo di Ordona, vince, convince e vola sempre di più in vetta alla classifica. Ancora una volta I Canarini del Foggia Incedit si impongono anche su campi difficili e fuori casa. E questa volta convincono con una prestazione disputata di mattina. Sul sintetico del rettangolo verde di Ordona, per la diciottesima giornata, quinta del girone di ritorno, del campionato di calcio dilettantistico di Seconda Categoria, girone A, Puglia, diretta dal sig. Cezza Alessandro della sezione di Bari, alle ore 10:30, domenica 18 febbraio 2018, i foggiani dell’Incedit hanno dimostrato carattere contro una squadra, che reduce da sconfitte, voleva vincere ad ogni costo.

Una vittoria meritata quella del Foggia Incedit, che la porta a quota 41 punti in classifica, lasciando a 27 i “cugini” del Real e allungandosi a undici lunghezze dalla seconda, dallo Sport Lucera oggi vittorioso per tre reti a una sul Palo Calcio. La diretta inseguitrice M. Salvemini Manfredonia ha osservato il turno di riposo, così rimanendo ferma a 29 punti e terza nella classifica. Mentre la Gioventù Calcio Cerignola perdendo per tre reti a due contro i baresi del Real Sannicandro, ora quinta a quota 27, rimane a 28 punti e quarta. Il primato dell’Incedit si allunga, con tredici prestazioni positive, dodici vinte e una pareggiata. E con esso quella del capocannoniere Daniele Tucci con 12 reti e del portiere “Spider Man” Davide D’Elia che per la terza volta consecutiva para un rigore. Tre su tre non è da tutti.

 


In campo il Foggia Incedit è sceso con la casacca gialla, mentre il Real Foggia con quella blu. Fin dai primi minuti del primo tempo le due compagini si sono affrontate a viso aperto. Il Real cerca di contenere il forte pressing degli ospiti che incessantemente presenziano l’area di rigore avversaria. All’8’ Tucci prende palla e in diagonale serve in modo millimetrico Luca Amoroso che con precisione gonfia la rete avversaria. Real Foggia 0 – Foggia Incedit 1. I Canarini di Foggia imprimono più velocità e gioco e costringono i padroni di casa a chiudersi. Più volte dall’arbitro Tucci  viene fermato in sospetti off-side, indizi che preludono la seconda rete. Al 13’ “Sasà” Bruno conquista palla a centrocampo, si avvia verso la porta avversaria, vede Daniele Prencipe libero e lo serve, ma il nostro numero 9 spara alto. Il Real Foggia cerca spazi e conquista una punizione dal limite che termina sul fondo. Prencipe ancora una volta si smarca e ricevendo palla da Amoroso innanzi al portiere tenta la rete. Nulla da fare. Il preludio del goal è nell’aria. Il sig. Cezza concede un minuto di recupero. L’Incedit attacca e si porta nell’area avversaria. Conquista una punizione dal limite. Daniele Tucci va sulla palla e, con freddezza e precisione angolata, dal limite segna la seconda rete. Real Foggia 0 – Foggia Incedit 2. Si va negli spogliatoi. Poteva finire con altre 4 reti.

Nel secondo tempo le due compagini scendono con gli stessi calciatori del primo. Il Real subito attacca e l’Incedit si concede un quarto d’ora di pausa, tant’è che i “cugini” al 56’ centrano in pieno la traversa difesa da D’Elia. Il tempo di rivedere equilibri e I Canarini di Foggia ricominciano come un rullo compressore a invadere l’area avversaria. Il Real in contropiede riesce a trovare un varco e al 58’ entra nell’area ospite. Il centravanti del Real Foggia viene atterrato. È rigore. Batte il centravanti ma “Spider Man” D’Elia ancora una volta para e poi blocca sulla conclusione di un avversario. È l’apoteosi di una compagine unita, che mette a frutto i lavori settimanali inculcati da Mister Enrico La Salandra. La fiducia c’è e i ragazzi dell’Incedit sanno che devono insistere, anche perché la gara si sta facendo sempre più nervosa, sia in campo che dalla panchina avversaria. Iniziano le sostituzioni e Mister La Salandra, potenzialmente con il risultato in tasca e per far giocare tutti e respirare alcuni, manda in campo al 75’ Guerra Matteo al posto di Delli Carri Leo, al 78’ Stramaglia Jonathan al posto di Tucci Daniele, a seguire Testini Pierluigi all’82’ al posto di Prencipe Daniele e all’85’ Gerardi Andrea Pio al posto di Giuseppe Izzo, quest’ultimo provato da un precedente infortunio e che per sua volontà ha continuato a giocare claudicante. Le sostituzioni sortiscono più velocità e all’89’ il Foggia Incedit sigla la terza rete. Bruno “Sasà” dalla sua metà campo prende palla, avanza dribblando quattro avversari e portandone a spasso altrettanti, arriva nei pressi dell’area di rigore avversaria, alza lo sguardo e vede Stramaglia libero che a sua volta serve Guerra Matteo che con pallone al piede si smarca di un difensore e batte a rete. Real Foggia 0 – Foggia Incedit 3, è il risultato definitivo.

Domenica mattina, seppur in orario non propriamente consono per una partita di calcio, il Foggia Incedit ha dominato fuori casa su un campo difficile contro una formazione che voleva il risultato. Tra i migliori in campo per i foggiani si segnala il numero 2 Carlo Di Viesti, sempre presente su ogni pallone, un’ombra sull’avversario, un punto di riferimento della difesa rosso-blu sempre più incisivo. Arbitraggio buono seppur con qualche disattenzione su alcune incursioni nelle rispettive aree di rigore fischiate per fuori gioco. Ma sappiamo che in questa categoria l’arbitro è da solo deve fare anche da guardalinee e quarto uomo, impresa non facile ma propedeutica per la sua crescita professionale.

Fra sette giorni il Foggia Incedit ospiterà in casa il Vieste penultimo in classifica, oggi vittoriosa sull’Academy Sannicandro, ma penultima in classifica a 16 punti. Sarà una gara che si spera venga disputata a Foggia per le note inadempienze di una città a fornire un rettangolo di gioco, Per gli altri scontri delle inseguitrici dei ragazzi allenati da Mister La Salandra parla la classifica, oggi ben tenuta da I Canarini di Foggia.

La formazione oggi in campo dell’ASD Foggia Incedit
D’Elia Davide (P), Di Viesti Carlo, Izzo Giuseppe, Morelli F.sco Paolo(C), Ritoli Luigi, Pipoli Gabriele, Amoroso Luca, Delli Carri Leo, Prencipe Daniele, Bruno Salvatore, Tucci Daniele.
A disp.: Liquadri Lorenzo, Gerardi Andrea Pio, Guerra Matteo, Testini Pierluigi, Stramaglia Jonathan, Di Flumeri Fabrizio
Allenatore: Enrico La Salandra

I Canarini di Foggia son tornati in campo e voleranno.



ilcalcionline.com © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Calcio. Il Foggia domina il Carpi e vola in classifica

sabato 17 febbraio 2018 0 commenti

Oliver Kragl autore di una doppietta (foto web) ndr
di Mario Schena

FOGGIA, 17 FEB. - Il Foggia voleva la quarta vittoria di fila per confermare quanto di buono ha già fatto intravedere dall’inizio del girone di ritorno, che a parte lo stop interno con il Pescara, tra l’altro immeritato, lo ha visto vincere due volte in trasferta sui campi dell’Entella e del Palermo e battere in casa l’Avellino. Il Foggia vince tre a zero e rifila al Carpi, tra andata e ritorno, ben sei reti. Arriva la seconda vittoria consecutiva in casa e la quarta di fila nelle ultime cinque gare. Un filotto da promozione. Stroppa, a parte Loiacono, squalificato e sostituito da Martinelli, tra l’altro uno dei migliori della squadra di casa, ha schierato con il suo ormai consolidato 3-5-2 la stessa formazione delle ultime gare. 
Il Carpi con cinque punti in più dei rossoneri è sceso allo Zaccheria con la ferma intenzione di fare risultato. Jerry Mbakogu è rimasto a casa per infortunio, recuperato invece l’esterno ex Livorno Enej Jelenic che ha risolto il problema al piede, una microfrattura che ha reso difficili e lunghi i tempi di recupero (out da 106 giorni) partito dalla panchina. All’andata finì tre a uno per il Foggia con reti di Mbakogu per il Carpi, pareggio di Martinelli, raddoppio di Chiricò e terza rete di Beretta (ex Carpi). Ha diretto il Signor Riccardo Pinzani della sezione di Empoli, Pinzani, al suo undicesimo anno in CAN B, ha già diretto il Foggia in sei occasioni. Pinzani è stato coadiuvato da Luigi Rossi della sezione di Rovigo e Oreste Muto della sezione di Torre Annunziata. Quarto uomo Vincenzo Valiante della sezione di Salerno. Foggia decisamente messo bene in campo e padrone del gioco dall’inizio, Carpi remissivo e in netta difficoltà ad arginare le folate offensive dei rossoneri. Al decimo Colombi è chiamato agli straordinari nel mettere sulla traversa un colpo di testa da distanza ravvicinata di Mazzeo su cross preciso di Kragl. Un minuto dopo il quarto d’ora Nicastro prova la prodezza con una rovesciata in area che termina di poco alta. Il Foggia gioca bene e diverte e merita il vantaggio che arriva la ventesimo con una incornata del solito Mazzeo che questa volta fulmina Colombi su cross sempre dalla sinistra, ma questa volta effettuato da Nicastro. 
Al ventinovesimo è sfortunato Agnelli che a due metri dalla linea di porta brucia tutti d’anticipo, ma la sfera gli si incastra sotto i piedi e non gli riesce il tocco vincente. Che Kragl sia un valore aggiunto a questa squadra se ne ha la conferma al quarantaduesimo quando da oltre venti metri fa partire su calcio di punizione toccatogli da Agnelli e Greco un rasoterra al fulmicotone che si spegne nell’angolo basso alla sinistra di Colombi. Neanche un minuto di recupero e squadre negli spogliatoi con il Foggia sul due a zero. Ripresa con il Foggia a ranghi invariati. Il Carpi inserisce invece Nzola e cerca a testa bassa di riaprire la gara. Al quarto minuto Martinelli è bravo ad anticipare Melchiorre togliendogli dai piedi di un pallone che la punta biancorossa stava per mettere in rete. Al dodicesimo il Foggia va ancora in gol ed ancora con Kragl che riceve sulla corsa il pallone difeso tenacemente in area da Deli e scarica un bolide che fulmina Colombi. La reazione del Carpi è blanda e si concretizza con un tiro con Nzola che non fa male. Zambelli entra al posto di Deli e Scaglia al posto di Greco.  Tre i minuti di recupero concessi, ma senza emozioni. 
La vittoria tira fuori il Foggia dalle zone insidiose della graduatoria, ma soprattutto la squadra dauna ora ha gioco e qualità avendo colmato in organico quelle lacune che prima del mercato di gennaio avevano penalizzato e non poco la squadra rossonera.



ilcalcionline.com © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Calcio. Il Foggia vince a Palermo e sale in classifica

lunedì 12 febbraio 2018 0 commenti

Mathieu Duhamel autore del gol del pareggio (foto Foggia Calcio) ndr
di Mario Schena


FOGGIA, 12 FEB. - Palermo-Foggia, era sulla carta una trasferta proibitiva per la squadra di Giovanni Stroppa. Rosanero terzi, ma con la possibilità, in caso di vittoria di agganciare il duo Frosinone-Empoli in vetta, lontani solo tre punti. Troppo ghiotta l’occasione per farsela sfuggire, inoltre i rosanero dovevano cancellare le ultime prestazioni decisamente non brillanti. Invece ha vinto il Foggia due a uno, tutto sommato con merito, disputando un secondo tempo da incorniciare e non consentendo quasi nulla ai padroni di casa. Per Sroppa, tranne Agazzi e Figliomeni, infortunati, tutti abili. Foggia con la stessa formazione che sabato scorso ha battuto l’Avellino.
Ha diretto Eugenio Abbattista di Molfetta coadiuvato da Enrico Caliari di Legnano e Marco Scatragli di Arezzo, quarto Uomo: Sig. Ivan Robilotta di Sala Consilina.L’inizio vede, come tutto il primo tempo il Palermo votato all’offensiva e stazionare nella metà campo di un Foggia comunque ben messo con il suo tre-cinque-due. Foggia che non disdegna le ripartenze anche se il duo Mazzeo-Nicastro pare poco mobile. Al quarto il lancio di Kragl per il centravanti rossonero viene neutralizzato dalla difesa siciliana. Dopo due minuti il tedesco ci prova dalla distanza, ma non replica la prodezza di Chiavari. Si giochicchia e la poca mobilità dei giocatori rosanero agevola le chiusure della squadra rossonera. Al sedicesimo Nestorovsky manda sulla traversa di testa un pallone proveniente da un calcio d’angolo. Al diciottesimo capitan Agnelli ci prova dalla distanza, ma il suo tiro molto forte sorvola la traversa del portiere del Palermo. Allo stadio "Renzo Barbera" i tifosi del Foggia espongono uno striscione "Salutiamo Palermo" accolto con un applauso. Al ventiseiesimo ancora un angolo battuto da Coronado costringe Guarna alla respinta di pugni e un minuto dopo un Cross basso di Aleesami verso Nestorovski viene chiuso da Camporese con una precisa scivolata. Ci prova Gerbo, ma il suo diagonale è preda di Posavec. Un minuto dopo la mezzora Palermo vicino alla marcatura con un gran tiro dalla distanza di Gnahorè, Guarna si tuffa sulla sua sinistra deviando in angolo. Dalla bandierina batte Rolando corto per Coronado e nasce poi un´azione prolungata sul quale il tiro dello stesso Rolando termina di poco sul fondo. 
Al trentasettesimo il diagonale di Aleesami viene bloccato da Guarna. Un minuto di recupero dove non accade nulla e tutti negli spogliatoi. La ripresa propone subito un Foggia più offensivo e pericoloso rispetto alla prima parte della gara. Dopo tre minuti Foggia pericoloso, Agnelli allarga per Nicastro che cerca il tiro a giro di sinistro concludendo sul fondo. Al quinto minuto Agnelli ci prova dalla distanza, il suo tiro viene deviato in angolo da un difensore. Sul tiro dalla bandierina nasce un´azione prolungata sulla quale il Palermo si rifugia nuovamente in angolo. Batte il corner Kragl verso il secondo palo e Posavec esegue un vero e proprio miracolo sul tiro di Nicastro, l´azione prosegue ma Loiacono a mette alto sulla traversa. Al settimo il cross di Rolando viene intercettato da Camporese che anticipa Moreo mettendo n angolo. Sulla battuta di Coronado stacca Gnahorè che mette di testa incredibilmente sul fondo. Al diciottesimo il Palermo passa in vantaggio. Coronado serve Nestorovski che tira in porta, la sua conclusione è intercettata con il braccio da Loiacono e per il signor Abbattista è calcio di rigore che dal dischetto trasforma lo stesso Nestorovski. Al ventiquattresimo Coronado la fa grossa entra scoordinato su Gerbo è viene espulso. Al ventottesimo doppio cambio per il Foggia, Scaglia e Duhamel prendono il posto di Greco e Nicastro. Tre minuti dopo la mezzora il Foggia pareggia. Scaglia dalla destra serve Mazzeo che fa da sponda per Duhamel il cui tiro da fuori area di prima intenzione piega le mani a Posavec e termina in rete. 
Il Palermo accusa il colpo ed è incapace di pungere mentre il Foggia prende coscienza della possibilità di vincere la partita e preme sull’acceleratore giungendo al raddoppio a sei minuti dal novantesimo con un bolide di Kragl servito da un calcio di punizione battuto da Agnelli e lasciato colpevolmente solo di avanzare, prendere la mira e fulminare Posavec. All’ottantasettesimo la traversa salva il Foggia respingendo il colpo di testa di Nestorovski. Cinque i minuti di recupero, ma il Foggia controlla alla grande e chiude vittorioso la gara. Ora le prossime due gare i satanelli le disputeranno allo Zaccheria contro Carpio e Brescia, due occasioni da non perdere per lasciare la parte “brutta” della classifica.

ilcalcionline.com © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Due reti e si continua a volare. Il Foggia Incedit trionfa contro lo Sport Lucera

0 commenti

All'inizio della partita (foto Foggia Incedit) ndr.
di Nico Baratta

FOGGIA, 12 FEB. - Son bastate due reti al Foggia Incedit di Mister La Salandra per trionfare e mantenere saldamente la vetta della classifica. Con questa gara I Canarini del Foggia Incedit allungano classifica e primato; 38 punti, e sempre in vetta, e dodicesima partita positiva, cui undici vincenti e una pareggiata. Un record bissato con quello del capocannoniere Tucci ora a undici reti. È vero, i foggiani sono a nove lunghezze dalla seconda, ma in sostanza hanno guadagnato un punto sulla seconda, quella Michele Salvemini Manfredonia che vincendo il match contro il Carpino e sfruttando il passo falso del Real Foggia si piazza sola dietro la capolista. La partita si è svolta ad Apricena, presso lo stadio “Madre Pietra Stadium”, per impossibilità di utilizzo dei nostri campi sportivi, ed era valevole per la diciassettesima giornata, quarta del girone di ritorno, del campionato di calcio dilettantistico di Seconda Categoria, girone A, Puglia, ed è stata diretta dal sig. Gabriele Maria Matera della sezione di Barletta.

In campo il Foggia Incedit è sceso con la casacca rosso-blu, lo Sport Lucera in bianco-celeste. Fin dal primo tempo si è visto una Incedit superiore, che ha impresso gioco e velocità alla gara, neutralizzando gli ospiti, limitati a contenere le molteplici azioni dei padroni di casa. Una gara tutta all’insegna del buon gioco, dove I Canarini di Foggia non hanno concesso nulla ai lucerini. Dopo mezz’ora di ripetute azioni che hanno impegnato asfitticamente la difesa bianco-celeste arriva il meritato vantaggio dell’Incedit, per opera del bomber Daniele Tucci, che raccoglie di testa, insaccando in rete, il millimetrico assist di Prencipe. Palla al centro e in meno di tre minuti c’è il raddoppio. Salvatore “Sasà” Bruno da fuori area sfodera un tiro che supera l’estremo difensore lucerino. Foggia Incedit 2 – Sport Lucera 0. Non c’è storia e per tutta la prima metà gara è un continuo assedio nell’area piccola degli avversari.

L’inizio del secondo tempo è all’insegna degli ospiti. Solo dopo due minuti l’insuperabile “Spider Man” D’Elia non può far nulla sul colpo di testa di La Gatta che intercetta il pallone sugli sviluppi di un corner. Foggia Incedit 2 – Sport Lucera 1. E così sarà fino a fine gara. Tuttavia è doveroso precisare che dopo il goal I Canarini di Foggia per un quarto d’ora hanno subito le incursioni dei lucerini. Ma poi tutto si è ristabilito e il match è ritornato quello giocato nella prima metà di gioco.

«Oggi abbiamo meritato di vincere –ha dichiarato a fine gara Mister La Salandra, che era al fianco dei ragazzi con 38 di febbre-. Non c'è stata gara. E ciò è stato riconosciuto anche dagli avversari. Abbiamo giocato un primo tempo perfetto. Questa gara l'abbiamo preparata nei minimi dettagli e sul campo si è visto il lavoro settimanale. Invece, nel secondo tempo subendo il goal c'è stato un quarto d'ora di contenimento, forse accusando il colpo e la pressione dei lucerini. Tuttavia non abbiamo mai tirato i remi in barca, tant'è che ci siamo ripresi e abbiamo impresso nuovamente il nostro gioco. Sono contento per la squadra e per il risultato, riprendendoci dal risultato dell'andata perso per 1 a 0, tra l’altro in nove. Ancora non è fatta, ma il traguardo s'intravede –ha chiosato Enrico La Salandra- ed il piede deve stare sempre sull'acceleratore».

Quella di Apricena è stata una partita in casa svolta su di un campo fuori casa. L’ironia della sorte vuole che il Foggia Incedit non abbia un campo tutto suo, o per lo meno da dividere con altre realtà sportive. Un problema spesso ricordato a chi dovrebbe dar man forte a una realtà sportiva che con umiltà e tanta attività sociale e inclusiva sta dando i suoi frutti, con risultati positivi e conferendo maggiore visibilità alla città di Foggia. Non a caso in una velina pre-partita di sabato 10 febbraio Nico Palatella, Vice Presidente del Foggia Incedit, ha dichiarato «Domani saremo "costretti" - ancora una volta - a disputare una partita molto importante in casa ma "in trasferta", visto che giocheremo ad Apricena, per le attuali disastrose condizioni dei nostri unici due impianti cittadini. È doveroso tra l'altro ringraziare il mio amico di sempre Sindaco Antonio Potenza e la gentile collaborazione del Segretario generale Alfredo Balducci, con il suo ufficio, per la preziosa ospitalità. Senza il loro aiuto eravamo nei guai. Il problema della risistemazione e gestione diretta delle strutture sportive comunali non può continuare. Siamo nel 2018 (15 anni dopo una legge, la 289, art. 90, che ne sanciva la possibilità di affidamento a terzi) ed è ora di risolvere questo annoso - tra l'altro semplice - problema in tempi rapidissimi, prima che il calcio dilettantistico scompaia del tutto dalla nostra città».

Oggi ad Apricena il Foggia Incedit ha potuto godere del supporto dei suoi tifosi. Un particolare importante che va valorizzato e posto in evidenza a chi potrebbe garantire uno stadio. Il ringraziamento più grande va a loro, ai tifosi, sempre caldi e già presenti nell’allenamento di venerdì. «Siete Unici!» ha commentato, ringraziandoli, Capitan Morelli. «Non abbiamo sufficienti parole per l'affetto che l'Incedit Calcio Foggia riceve ogni domenica e per ringraziare questi ragazzi –ha fortemente voluto affermare Palatella a fine gara-. Con 4 gradi di temperatura, dalle ore 14, ad Apricena e con un panino a testa, c’erano loro, i nostri tifosi, con striscioni, tamburi e tanta passione. Questo è il gruppo dei nostri Ultras e per loro cito Alessio Rizzelli che coordina tutte le iniziative per l'Incedit Calcio Foggia. GRAZIE!! Siete il 12mo giocatore in campo».

Domenica prossima sarà un’altra gara importante, come del resto sono tutte. Il Foggia Incedit incontrerà fuori casa, ad Ordona, i cugini del Real Foggia, oggi sconfitti fuori casa contro l’Academy Sannicandro. Il Real Foggia elo Sport Lucera, con 27 punti in classifica, erano le dirette inseguitrici dei foggiani. Oggi, invece, la classifica ne vede altre. A 29 punti, seconda in classifica, c’è la Michele Salvemini Manfredonia, seguita a 28 dalla Gioventù Calcio Cerignola vincente in casa per 3 reti a 1 sul Vieste.

I Canarini di Foggia son tornati in campo e voleranno.



ilcalcionline.com © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Video Calcio

Loading...
Loading...





Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena
 
Calcio Online © 2017 | Designed by Studio Sciortino Bari per La Gazzetta Meridionale.it e Sport Online.
Calcio Online - Sport Magazine non registrato supplemento de La Gazzetta Meridionale.it | Direttore Responsabile Vito Ruccia - Vicedirettore: - Editore Proprietario: Studio Sciortino Bari | Spot by Aruba Media Marketing.
Per la vostra Pubblicità su questo Magazine Online contattare la GM SPOT inviando una E-mail a: commerciale@lagazzettameridionale.com o telefonando al 334/9835377.
Salvo accordi scritti le collaborazioni con la redazione di Calcio Online sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite.